Attività di valorizzazione

ArchiXim

Sempre più convinti che una maggiore conoscenza del patrimonio archivistico conservato all'Osservatorio permetta di studiare e ripercorrere tappe peculiari della storia della nostra regione nell’ambito della storia italiana, si vuole avviare un processo di riordino, digitalizzazione e relativa consultazione on-line dei documenti d'archivio dello Ximeniano, al fine di garantirne la migliore conservazione nel tempo e l'accessibilità via web a una fascia più ampia e diversificata di utenti.
Il materiale archivistico dell’Osservatorio Ximeniano è contraddistinto da ricchezza, rilevanza e varietà di documenti, risalenti al 1756, generati dall'attività del suo fondatore e proseguita nel tempo dagli scolopi.
Per la notevole abbondanza della documentazione d'archivio e per l'eterogeneità delle materie trattate, che riguardano i settori scientifici di pertinenza dell'Osservatorio, si ritiene necessario iniziare il processo di riordino degli Archivi, a partire da quello relativo al suo fondatore.
Nella scia del primario obiettivo della Fondazione Osservatorio Ximeniano rivolta ad una valorizzazione generale dell’Osservatorio e del suo inestimabile patrimonio culturale, riteniamo importante iniziare un percorso di apertura, condivisione e diffusione del sapere scientifico legato allo Ximenes attraverso il riordino, la schedatura archivistica, la digitalizzazione e la pubblicazione on-line che ne consenta una diffusione pubblica.

ValoXim

Il Progetto di valorizzazione della collezione degli strumenti scientifici e degli apparati appartenuti al P. Leonardo Ximenes (denominato "ValoXim"), ereditati dai PP. Scolopi delle Scuole Pie Fiorentine alla morte dello scienziato gesuita ed oggi patrimonio della Fondazione Osservatorio Ximeniano di Firenze onlus (FOX), è stato concepito nel quadro di un più ampio programma di recupero e valorizzazione della tradizionale funzione svolta dall'Osservatorio Ximeniano in campo scientifico, al fine di porre fine alla precaria condizione di conservazione del suo patrimonio e di evitare l'interruzione delle misure geofisiche che, per oltre duecentocinquanta anni, P. Ximenes, prima, e i Padri Scolopi, poi, hanno garantito alla città di Firenze e alla scienza.
Il progetto "ValoXim" ha avuto come obiettivo la pubblica fruizione dell'intera collezione di P. Ximenes, attraverso percorsi museali tematici guidati, arricchiti da contenuti divulgativi, veicolati da apparati multimediali, grazie ai quali poter organizzare cicli di conferenze e corsi di formazione, destinati anche a un pubblico di non specialisti (studenti, studiosi, cultori di Storia della Scienza).